Il progetto è volto al recupero di un sottotetto esistente accessibile ma non abitabile per la realizzazione di un appartamento. L'obiettivo è stato quello di ottenere uno spazio flessibile, che potesse servire sia da ampliamento dell'appartamento posto al piano primo, che come unità immobiliare indipendente. Lo spazio abitativo progettato, si compone quindi di una camera matrimoniale, un bagno e un ampio spazio per la zona giorno e la cucina, eventualmente suddivisibile tramite pareti mobili. Per soddisfare i requisiti di vivibilità minima imposti dalla normativa, sono stati studiati una serie di abbaini e lucernari, con una conformazione che fosse il meno impattante possibile sulla vista dalla strada pubblica. 

L'intero processo progettuale, la redazione elaborati grafici e le verifiche volumetriche sono stati fatti in ambiente BIM. L'intervento è in corso di realizzazione.