Il concorso bandito dalla piattaforma Reuse Italy, è volto ala rifunzionalizzazione della Chiesa Diruta, situata nel Comune di Grottole, in provincia di Matera. La nostra proposta parte da due idee ben definite: i) conservare il più possibile la Chiesa sia dal punto di vista materico che di stratificazione storica; ii) creare uno spazio sperimentale adattabile a numerose forme di rappresentazione, dall'opera, al cabaret, al teatro sperimentale, fino alle mostre d'arte.

Per questi motivi, la proposta prevede di realizzare il minor numero possibile di elementi architettonici in modo da non vincolare gli spazi e realizzarli in materiali moderni, in modo che il nuovo intervento e l'edificio storico siano completamente leggibili. La copertura sarà quindi un grande padiglione in vetro poggiante su un cleristorio composto di vetrate scorrevoli. Il telaio è disegnato ripercorrendo quelle che erano le linne di scarico della antiche volte a crociere. Tale padiglione sarà realizzato in vetro opalino, così che lo spazio interno sia pervaso da una luce densa. Questa luce sarà squarciata però dal fascio di luce netta e definita entrante dall'oculo della vecchia cupola, che è previsto invece in vetro trasparente. Lo spazio della navata sarà usufruibile anche attraverso il nuovo ballatoio completamente bianco che, con una forma fluida in netto contrasto con le geometrie storiche, percorre l'intera chiesa. In corrispondenza dello spazio di incrocio tra transetto e navata è previsto un grande palco circolare adatto alle più svariate rappresentazioni.